Idroelettrico

Progettazione ed installazione impianti idroelettrici

Presenti sul mercato italiano da alcuni anni è da sempre il nostro impegno nella produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e dallo sfruttamento delle acque. La tecnologia oggi adottata è consolidata sulla base dell’esperienza maturata, ricercando le soluzioni tecniche e economicamente più vantaggiose, per ogni singolo impianto.

Ci prendiamo cura sin dalla progettazione dell’impianto, costruiamo, installiamo, eseguiamo manutenzioni e revamping di Impianti Idroelettrici completi anche della parte elettrica. La nostra specializzazione si protrae anche nella costruzione di Impianti Idroelettrici su acquedotti potabili esistenti, come anche nella realizzazione di nuove camere di manovra nel massimo rispetto delle norme igienico sanitarie con particolare riferimento all’adozione di materiali inossidabili.

Ci prendiamo inoltre carico della gestione delle pratiche per il GSE; l’Energia Idroelettrica essendo energia pulita e rinnovabile è incentivata e sostenuta da contributi da parte del Gestore Servizi Energetici GSE attraverso il rilascio di Certificati Verdi che aumentano la redditività di ogni KW prodotto.

 

Consulenze

Il nostro Ufficio Tecnico offre servizi di progettazione e consulenza a Studi di Progettazione, ad Enti o direttamente ai Privati.

Siamo a disposizione per qualsiasi chiarimento in merito ad ogni scelta di tipo tecnico/ambientale ed offriamo la più totale disponibilità per sopralluoghi preventivi alla fattibilità dell’impianto.

consulenze su impianti  idrolettrici

Campi di applicazione turbine Pelton, Kaplan e Francis

 

La scelta della macchina deve servire a stimare la massima energia producibile compatibilmente con la disponibilità della risorsa idrica ed è per questo che ogni impianto è progettato su misura.

 Titolo

Rendimenti turbine Pelton, Kaplan, Kaplan a pale fisse (semikaplan) e Francis

 

PRODOTTI IMPIANTI IDROELETTRICI

Siamo in grado di realizzare impianti idroelettrici chiavi in mano, completi di turbina, generatore, paratoie e sgrigliatori motorizzati, valvole di macchina e di sicurezza (con rilevatori a palmola di velocità), quadri elettrici di comando e controllo, celle di MT e trasformatore. L’Azienda, da anni specializzata nella progettazione, dopo una verifica sul posto, valuta quale sia il miglior impianto per ogni particolare esigenza.

Le centrali a grande salto, da alcune centinaia di metri fino a un chilometro, sorgono nelle zone di montagna dove vengono sfruttate cascate naturali con piccole portate d’acqua e le turbine che vengono utilizzate in questi casi sono chiamate Pelton.

Se il dislivello d’acqua è contenuto, da una decina a qualche centinaio di metri, la centrale è detta a medio salto e, situate in zone di montagna, utilizza turbine a reazione chiamate Francis.

Per le centrali ad acqua fluente, il salto è generalmente piccolo, fino a una cinquantina di metri, perché si sfrutta la grossa portata del fiume, che può giungere fino a centinaia di metri cubi al secondo e le turbine che vengono utilizzate in questi casi sono chiamate Kaplan

pelton francis kaplan

 

IMPIANTI IDROELETTRICI SU ACQUEDOTTO

Disponendo di acquedotti con grandi salti si può di sfruttare l’acqua che noi beviamo per produrre energia senza alterare minimamente la potabilità dell’acqua, grazie all’impiego esclusivo di materiali inossidabili. In questo modo, oltre a risolve il problema delle alte pressioni da dissipare, viene prodotta energia pulita a basso costo; progettare infatti una turbina idroelettrica su un acquedotto comporta un notevole risparmio economico in quanto si può usufruire di condotte e attrezzature idrauliche già esistenti.

 

impianti idroelettrici su acquedotto

Nel particolare gli impianti ad uso potabile sono caratterizzati da:

  • La girante è realizzata in acciaio inox AISI 316L con certificato dell’analisi chimica delle pale.
  • Il distributore è costruito in acciaio inox AISI 316L (o AISI 420 se alte pressioni > 350 m) con certificato di qualità del materiale
  • La cassa della turbina sarà in acciaio inox AISI 304. (La cassa potrà anche essere realizzata in Fe 430B/510D ed in tal caso la stessa verrà verniciata con fondo epossidico certificato per il trattamento di acque potabili).
  • Il tubo di scarico della turbina sarà realizzato in acciaio inox 304.
  • Le valvole e le saracinesche sono dotate di guarnizioni in gomma per uso potabile.
  • Il generatore avrà scaldiglie anti condensa.
  • Il generatore avrà verniciatura speciale sugli avvolgimenti (tropicalizzazione) per evitare corrosioni.
  • I quadri elettrici saranno realizzati in acciaio inox AISI 304.
  • Il movimento dei distributori e delle valvole automatiche sarà affidato ad attuatori a 24 Vcc, evitando così l’uso di sistemi oleodinamici per evitare eventuali perdite nell’acquedotto. Detto sistema inoltre aumenta la sicurezza dell’impianto evitando i colpi d’ariete.
  • I cuscinetti, che abbisognano di ingrassaggio, non sono a contatto con l’acqua e comunque sono completamente schermati e vengono rese impossibili le perdite di grasso.
  • Tutte le guarnizioni sui giunti flangiati delle tubazioni, distributori e turbina sono del tipo alimentare.
  • Tutta la bulloneria a contatto con l’acqua sarà in acciaio inox A2, come pure tutte le staffe reggitubo ed i relativi ancoranti.
  • Il tubo di alimentazione sarà realizzato in acciaio inox AISI 304. (Se realizzato in Fe lo stesso sarà verniciato con fondo epossidico certificato per il trattamento di acque potabili).
  •  Le saldature delle tubazioni in sala macchine verranno eseguite con procedimento TIG con protezione interna di gas inerte (azoto) in modo da ottenere una saldatura a piena penetrazione, presentandosi all’interno senza porosità nel rispetto delle normative delle tubazioni per uso alimentare.
  •  La bulloneria non a contatto con l’acqua sarà in ferro zincato 8.8 ed i giunti altamente sollecitati avranno bulloneria in ferro zincato 12.9.
  • Eventuali sonde o misuratori di livello, canale porta cavi e giunti passacavo, staffe e ancoranti saranno realizzati in inox per evitare la corrosione da parte dell’acqua.
  • Tutte le apparecchiature elettriche, quali neon, interruttori, ecc, saranno a tenuta stagna onde evitare qualsiasi infiltrazione di acqua.
  • Il quadro di BT (comando e controllo) sarà realizzato con componenti elettrici ed elettronici solamente di tipo commerciale e nessun particolare sarà autocostruito in modo da garantire sempre la reperibilità sul mercato, questo anche per soddisfare la certificazione CE e il DM37.
  • Il software gestionale sarà realizzato specificatamente per un uso acquedottistico, con la particolarità di erogare acqua alle utenze sempre e comunque.
  • I quadri sono equipaggiati di sistema di supervisione via GSM attivabile su qualsiasi telefono cellulare richiesto (es: Cellulare Geom. Comunale, Cellulare Op. Comunale reperibile, ecc).
  •  A corredo dell’impianto, nonché per l’adeguata e corretta conduzione, verrà fornito un banco da lavoro equipaggiato con set di chiavi inglesi, set di chiavi a bussola, ingrassatore manuale con testine di varia misura, set fusibili di ricambio di vario amperaggio, set led di ricambio vari colori per il quadro elettrico.
  • Se verranno forniti anche i quadri di MT gli stessi saranno corredati di tappeto isolante, sgabello di rialzo isolato, guanti protettivi e isolanti e schermo protettivo del viso.

Tutti gli accorgimenti, indispensabili, sopra descritti e la realizzazione di quasi tutti i manufatti in acciaio inox anziché in ferro, comportano indubbiamente un costo maggiore di un normale impianto, ma garantiscono la massima igiene e sicurezza, nonché una durata maggiore nel tempo.